Contenuto principale

Il programma di contenimento dei tempi di prenotazione

Il fenomeno delle “liste di prenotazione” è presente in tutti gli Stati dove sia attivo un servizio sanitario pubblico che assicuri livelli di assistenza evoluti. Gli aspetti organizzativi giocano quindi un ruolo secondario per quanto riguarda la lunghezza delle liste di prenotazione; anche l’aumento dell’offerta, nella maggior parte dei casi, porta solo momentanei miglioramenti. Gli esperti concordano che il monitoraggio sistematico e l’incanalamento delle “richieste” siano indispensabili: l’obiettivo non può essere quello di erogare più prestazioni possibile, deve essere invece quello di garantire la giusta prestazione nel giusto momento!

Parola magica: appropriatezza

I cosiddetti “raggruppamenti d’attesa omogenei” (RAO) sono linee guida che rendono possibile la prenotazione di prestazioni specialistiche secondo criteri di urgenza clinica.

Ogni paziente deve ottenere, in ogni fase delle proprie necessità cliniche, un trattamento individuale e personalizzato. In relazione a questo viene definito dal medico/dalla medica curante anche il tempo d’attesa massimo adeguato ad ogni specifico/a paziente.


Ulteriori interventi

La delibera sul contenimento dei tempi di prenotazione considera inoltre il continuo aumento dei tempi di prenotazione e le improrogabili nonchè efficaci azioni d’intervento in tutti quegli ambiti specialistici dove il tetto massimo dei tempi di prenotazione previsto per legge sia stato superato (ad es.: accordo con medici specialisti interni su “pacchetti di prestazioni” aggiuntive; convenzioni con erogatori privati; nuove assunzioni – incarichi, ecc.).


Informazione dei/delle cittadini/e

Anche l’informazione e la sensibilizzazione della popolazione sono un’importante tassello del piano. La campagna “Assistenza a 360°” rappresenta un primo passo. Obiettivo è quello di informare i cittadini e le cittadine in merito agli aspetti salienti della “gestione dei tempi di prenotazione” (livelli di urgenza, limite massimo dei tempi di prenotazione, ruolo dei medici di base, ecc.)

Ulteriori informazioni: vedi tempi di prenotazione – RAO

Lo sapeva che...

...la Provincia Autonoma di Bolzano è una delle prime regione italiane ad aver predisposto un piano unificato per il contenimento dei tempi di prenotazione nell’anno 2011? (Fonte: Il Sole 24 ore - Sanità, 11 luglio 2011)