Contenuto principale

News

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 28.05.2019 | 17:04

Manager austriaci degli ospedali visitano l'Alto Adige

L'Istituto austriaco per la gestione delle aziende ospedaliere (Institut für Krankenhaus-Betriebsführung ÖIK) offre corsi di formazione e seminari per i manager del settore sanitario. Riunisce manager e direttori ospedalieri di alto livello. Questa volta, l’annuale viaggio-studio, ha portato la ÖIK in Alto Adige.

Delegazione ÖIK con il Coordinatore sanitario Roland Döcker (3° da sinistra), il Direttore sanitario Thomas Lanthaler (5° da sinistra), Direttore della ripartizione Tecnica e Patrimoniale Heinrich Corradini (7° sa sinistra)ZoomansichtDelegazione ÖIK con il Coordinatore sanitario Roland Döcker (3° da sinistra), il Direttore sanitario Thomas Lanthaler (5° da sinistra), Direttore della ripartizione Tecnica e Patrimoniale Heinrich Corradini (7° sa sinistra)

Nell’arco di due giornate (27 e 28 maggio 2019) sono state visitate sia strutture dell'Azienda sanitaria dell’Alto Adige che la sede della Scuola Superiore per le Professioni sanitarie "Claudiana". Accanto al Centro terapeutico "Bad Bachgart" di Rodengo, nell’ordine del giorno c’erano anche l'ospedale di Bolzano e la sua nuova clinica.

Per il gruppo di manager è stato interessante scambiare informazioni con i responsabili locali sui vari aspetti della gestione, dell'implementazione e della riorganizzazione dell'ospedale. Le domande hanno riguardato temi di assistenza clinica e aspetti economico-organizzativi come, ad esempio il ricovero e l’accettazione dei pazienti in ospedale o nelle strutture sanitarie, l'approvvigionamento, lo smaltimento nonché la gestione dell'energia e dei rifiuti. Klaus Koller, presidente dell'ÖIK e responsabile della visita-studio, si è detto entusiasta per l'accoglienza del Direttore generale Florian Zerzer a nome dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige ed ha elogiato l'alta qualità dell'assistenza sanitaria: "Grazie al mio lavoro mi trovo spesso in giro, e devo dire che sono rimasto impressionato da quanta competenza e linfa vitale vengano investite nelle strutture del sistema sanitario, sia da parte dei dirigenti che da parte delle collaboratrici e dei collaboratori."

In Alto Adige, quasi tutte le prestazioni sanitarie vengono fornite dal Servizio sanitario pubblico. Per Koller anche questo è un punto di forza di tale Sistema sanitario: "Ciò comporta vantaggi in termini di finanziamento e controllo. In Austria abbiamo un panorama sanitario molto più eterogeneo; è molto difficile, ad esempio, coinvolgere i medici specialisti nei modelli di assistenza concordata.”

Allo stesso tempo, vi sono sfide transfrontaliere e, in una certa misura, universali per tutti i moderni sistemi sanitari. Il Direttore sanitario Thomas Lanthaler, che ha guidato la delegazione insieme al Coordinatore medico Roland Döcker e al Direttore della Ripartizione Tecnica e Patrimoniale all’interno della nuova clinica di Bolzano, ha sottolineato queste "similitudini": "Da entrambi i lati del Brennero, la carenza di personale specializzato e le future ondate di pensionamenti saranno una grande sfida per i prossimi anni, così come la digitalizzazione, l'adattamento a nuovi modelli assistenziali e le crescenti esigenze sanitarie.

L'ÖIK - Istituto austriaco per la gestione delle aziende ospedaliere - è un'organizzazione sussidiaria dell'Associazione dei Direttori ospedalieri austriaci. Da oltre 30 anni offre corsi di formazione e seminari altamente qualificati per diverse aree ospedaliere. Molti corsi si svolgono in collaborazione con la Vienna University of Economics and Business Administration (Executive Academy).

Informazioni per i media:
Ripartizione Comunicazione, Marketing e Relazioni con il Pubblico dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, tel. 335 76 77 220

 

(LR/TDB)



Altre notizie di questa categoria