Contenuto principale

News

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 23.05.2019 | 15:26

La Chirurgia oncologica rinnova la certificazione

Dal 2015, i reparti ed i servizi coinvolti nell'assistenza oncologica all’interno dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige sono certificati secondo la norma ISO 9001. Dopo il successo del processo di ri-certificazione portato avanti negli ultimi mesi, la consegna delle nuove certificazioni è avvenuta martedì scorso (21.5.2019).

Foto di gruppoZoomansichtFoto di gruppo

Ben 44 reparti e servizi che compongono la rete oncologica dell'Azienda sanitaria dell’Alto Adige hanno dunque ricevuto la certificazione ISO 9001. I rappresentanti dei reparti e dei servizi coinvolti nel percorso di cura oncologico hanno ricevuto, presso la sede dell’Eurac, le rispettive certificazioni di qualità dalle mani del Direttore sanitario Thomas Lanthaler e della Direttrice tecnico-assistenziale Marianne Siller.

In Alto Adige il processo di riforma delle cure oncologiche era stato avviato nel 2011. Come già avvenuto nel 2015, anche nel 2019 il percorso per la certificazione è stato supportato dalla società Bureau Veritas. La conferma della certificazione dei 44 reparti e servizi è stata preceduta da una procedura di ri-certificazione che è durata alcune settimane e che, di fatto, equivaleva ad una nuova certificazione poiché in questo caso sono state applicate le nuove linee guida della norma ISO.

Nel suo discorso di benvenuto, il Direttore generale Florian Zerzer ha elogiato l'impegno e il lavoro supplementare di tutti e tutte coloro che vi hanno partecipato, sottolineando anche il successo ottenuto: "Desidero ringraziarvi per il vostro lavoro! Le cifre dimostrano che tutto questo impegno sta dando i suoi frutti. Se confrontiamo il tasso di mortalità per varie malattie tumorali nel periodo 2010-2013 con quello dal 2014 al 2017, possiamo notare un calo. Nel carcinoma gastrico, ad esempio, il tasso di mortalità è diminuito del 27%, nel carcinoma renale del 25%, in quello della vescica del 17% e per i tumori al colon e al seno del 7%. Questo è il risultato del grande lavoro congiunto di tutti i reparti coinvolti presso i nostri ospedali".

La certificazione ISO è il punto di partenza per la certificazione clinica che viene rilasciata da società specializzate come la German Cancer Society (DKG) o la European Society of Breast Cancer Specialists (EUSOMA). Nell'ambito del progetto dell'Azienda sanitaria dell’Alto Adige sulla "Certificazione della chirurgia oncologica", sono state introdotte anche delle conferenze telematiche interdisciplinari, i cosiddetti "tumourboards". Questa possibilità di confronto interdisciplinare di casi, oltre i confini dell’ospedale o del comprensorio, ha migliorato la qualità del trattamento e aumentato il tasso di sopravvivenza delle/dei pazienti. Grazie a questa modalità si è ulteriormente sviluppata anche la cultura del dialogo e della discussione.

Milena Cattelan dello Staff Qualità presso la Direzione generale ha espresso la propria gratitudine per il grande impegno di tutti i soggetti coinvolti nel processo di ri-certificazione, mentre Luca Armanaschi, Direttore della Ripartizione Assistenza Ospedaliera e Responsabile del progetto per la "Certificazione della Chirurgia Oncologica", ha sottolineato che l'obiettivo, sia della certificazione ISO che della certificazione clinica, rimane quello di migliorare la qualità dell'assistenza erogata alle/ai pazienti oncologici.
La cerimonia di consegna delle certificazioni è stata moderata da Sandra Girardi (Staff Qualità della Direzione Generale).

Informazioni per i media:
Ripartizione Comunicazione, Marketing e Relazioni con il Pubblico dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, tel. 0471 907153

(PAS/TDB)


Florian Zerzer Zoomansicht Florian Zerzer
Milena Cattelan Zoomansicht Milena Cattelan
Luca Armanschi Zoomansicht Luca Armanschi

Altre notizie di questa categoria