Contenuto principale

Triage

L'introduzione del triage è definita per legge e necessaria per il numero sempre maggiore di pazienti (ca. 200 persone/giorno). Attraverso la valutazione e l'assegnazione di codici colorati viene garantita la priorità ai casi urgenti che vengono trattati immediatamente. Casi meno urgenti vengono trattati non a seconda dell'ordine d'arrivo, ma secondo la gravità della patologia.

L'assegnazione dei codici d'urgenza viene effettuata in triage da personale infermieristico qualificato ed esperto. Esistono vari codici d'urgenza:

  • Codice rosso - compromissione di parametri vitali: Si tratta dei casi più gravi nei quali il paziente si trova in acuto pericolo di vita. Nella maggior parte dei casi questi pazienti vengono portati in Pronto Soccorso dal medico d'urgenza o dal servizio di soccorso. Questi vengono trattati in sala emergenza e necessitano di tutte le risorse a disposizione. Tali urgenze prolungano notevolmente il tempo d'attesa per pazienti meno gravi. I pazienti che si trovano in sala d'attesa vengono informati e pregati di pazientare tramite insegna LED dell'urgenza in atto.
  • Codice arangione - possibile compromissione di una funzione vitale: Questi pazienti sono potenzialmente a rischio di compromissione di un parametro vitale. Questi tipi di pazienti devono essere sottoposti a cure mediche entro e non oltre 10 minuti.Esempi per codice giallo: insufficienza respiratoria, dolore toracico tipico (dolore retrosternale irradiato ad epigastrio, braccia e gola ecc.), fratture esposte con perdita abbondante di sangue e forti dolori, ematemesi acuta e/o emottisi, alterazioni dello stato di coscienza ecc.
  • Codice verde - non sussistono alterazioni di funzioni vitali: Pazienti con codice verde non presentano compromissione di parametri vitali. Si tratta di urgenze differite, ciò significa che il tempo d'attesa può essere di 60 minuti e più. Hanno precedenza di trattamento i codici rossi e gialli. Esempi di codici verdi: cefalee non correlate da sintomatologie neurologiche, febbre oltre 38° C, coliche addominali non accompagnate da vomito, diarrea o da segni di shock, etc.  
  • Codice blu o bianco - nessuna urgenza: Si tratta di pazienti che richiedono una prestazione al sistema sanitario, che non risulta urgente e che sarebbe di competenza dei Medici di Famiglia. Questi casi vengono trattati dopo tutti gli altri codici. L'attesa può essere di ore. Per la prestazione viene richiesto il pagamento di un ticket di 25,- Euro. Info dettagliate sotto: norme ticket. Esempi di codici bianchi: da giorni dolore al rachide (lombalgia), da giorni lieve febbre, dolori articolari, disturbi intestinali lievi ecc.