Contenuto principale

News

Vaccinazione Anti Covid - Comunicato dell'Azienda sanitaria | 10.12.2021 | 13:44

“L’Alto Adige si vaccina”: oggi la partenza <Interviste/immagini vedi link in allegato"

Un’offerta vaccinale straordinaria sarà a disposizione della popolazione durante questo finesettimana. Gli ultimi dettagli sono stati presentati oggi nel corso di una conferenza stampa al centro vaccinale della Fiera di Bolzano.

“L’Alto Adige si vaccina”: oggi la partenza, posti ancora posti disponibiliZoomansicht“L’Alto Adige si vaccina”: oggi la partenza, posti ancora posti disponibili

Sono oltre 40 le farmacie aderenti che daranno il via all’iniziativa nella giornata di oggi (10 dicembre).

Sabato 11 e domenica 12 si aggiungeranno a queste 40 centri vaccinali in tutto il territorio provinciale.

Sarà possibile prenotarsi fino a mezzanotte del giorno antecedente, mentre nei pomeriggi dalle ore 14 in poi sarà possibile vaccinarsi senza prenotazione. Inoltre, è stato annunciato che l'accesso libero nel pomeriggio è stato esteso ai centri vaccinali di Bolzano (Bolzano Fiera, Università Bolzano, Nuova Clinica) e presso il centro di Ora. I posti prenotabili per sabato sono già esauriti al 90 per cento.

Durante una conferenza stampa al centro vaccinale della Fiera di Bolzano hanno preso la parola l’assessore alla salute Thomas Widmann, il direttore generale dell’Azienda sanitaria Florian Zerzer, il Direttore della Ripartizione Assistenza Ospedaliera Luca Armanaschi, il medico aderente alla campagna vaccinale, Shira Pnini, ed il presidente del comitato etico provinciale Herbert Heidegger. La presentazione degli ultimi dettagli è stata affiancata da un appello a partecipare rivolto a tutta la popolazione.

L’assessore alla salute Thomas Widmann ha ringraziato tutti i partner per l‘impegno, che ha permesso di mettere in piedi questo progetto condiviso in tempi record. Ha inoltre rivolto un appello a chi ha concluso il ciclo vaccinale più di cinque mesi fa: “La pressione sugli ospedali sta aumentando, è cruciale aumentare il numero di prime dosi e dosi booster per ridurla. Ogni persona vaccinata conta“. Widmann ha inoltre confermato che gli alunni recentemente vaccinati di tutti i gradi scolastici, a partire da domani potranno usufruire di test gratuiti nelle farmacie per il periodo tra vaccinazione e rilascio del Super Green Pass. Basterà mostrare il certificato di vaccinazione nel momento del test in farmacia.

Anche il direttore generale dell’Azienda sanitaria Florian Zerzer si è rivolto alla popolazione: „Dateci una mano. Con 39 centri vaccinali in tutta la provincia, a cui si aggiunge l’offerta nelle farmacie operative già da oggi, abbiamo creato un’offerta a bassa soglia, accessibile a tutti. Ora basta approfittarne“.

Luca Armanaschi, Direttore della Ripartizione Assistenza Ospedaliera dell’Azienda Sanitaria, ha illustrato alcuni dettagli relativi al centro vaccinale alla Fiera di Bolzano, dove sono stati aperti 2 padiglioni ed allestite 33 linee vaccinali – il numero più alto mai predisposto, con una capacità di vaccinare fino a 660 persone all’ora per un massimo di 8.000 persone al giorno. Oltre 200 collaboratori e volontari saranno operativi durante il finesettimana. Entro la mattina di oggi le prenotazioni erano 28.900, di cui 2.082 per prime dosi.

Il presidente del comitato etico provinciale Herbert Heidegger ha ricordato come il vaccino sia stato somministrato a miliardi di persone in tutto il mondo, confermandone la sicurezza, e ha illustrato la posizione del Comitato etico provinciale al riguardo: „Vaccinarsi è una scelta altamente personale, ma che produce effetti anche sulla vita degli altri e si ripercuote sulla società intera. Infatti, con la vaccinazione possiamo proteggere la nostra salute personale, e allo stesso tempo quella dei nostri cari”. Secondo il Comitato etico provinciale l’utilità del vaccino prevale chiaramente e gli esperti fanno appello a tutti di farsi vaccinare.

Il medico di medicina generale nonché vaccinatrice Shira Pnini, di origini israeliane, ha raccontato l’esperienza pratica del suo paese di origine. Dopo l’avvio della campagna vaccinale già a dicembre 2020 è stato osservato un aumento dei contagi nei mesi di estivi, che coinvolgeva sia persone non vaccinate che pazienti che avevano ricevuto l’ultima dose da circa sei mesi o più. A partire da agosto, una rapida campagna per la somministrazione della terza dose ha portato ad un calo significativo dei contagi e delle ospedalizzazioni (n.d.r.: Nella fase acuta si registravano in media oltre 800 nuovi casi al giorno, attualmente sono meno di 50). “I pochi casi a cui si assiste in questi giorni” – spiega Pnini – “generalmente mostrano sintomi lievi. Questo dimostra che la vaccinazione e soprattutto il richiamo protegge. Sappiamo però che ci sono tante persone che hanno ancora dubbi sui vaccini. Chi è ancora insicuro, non esiti a rivolgersi a noi medici vaccinatori.”

Le informazioni aggiornate su come, quando e dove vaccinarsi sono disponibili su www.vaccinazioneanticovid.it.

 

LINK DOWNLOAD IMMAGINI + INTERVISTE "L'ALTO ADIGE SI VACCINA"

https://gnewscoop.wetransfer.com/projects/d4625af8246c6e3cf61e151b6ac3f5d020211210095229

(RED)


In occasione di "L'Alto Adige si vaccina" è stato allestito un centro vaccinale alla fiera di Bolzano. Zoomansicht In occasione di "L'Alto Adige si vaccina" è stato allestito un centro vaccinale alla fiera di Bolzano.
"L'Alto Adige si vaccina" è una collaborazione tra Azienda sanitaria, Croce Rossa, Croce Bianca, Consorzio dei Comuni, Vigili del Fuoco, Protezione civile. Zoomansicht "L'Alto Adige si vaccina" è una collaborazione tra Azienda sanitaria, Croce Rossa, Croce Bianca, Consorzio dei Comuni, Vigili del Fuoco, Protezione civile.
Da sinistra: Fabio Casna, Herbert Heidegger, Shira Pnini, Florian Zerzer, Luca Armanaschi, Thomas Widmann, Sara Van Avermaet, Christoph Oberhollenzer.


Altre notizie di questa categoria