Contenuto principale

News

Vaccinazione Anti Covid - Comunicato dell'Azienda sanitaria | 28.09.2021 | 11:15

Weekend intenso per i Vaxbus

Le diverse offerte di vaccinazione sono molto gettonate: sempre più persone approfittano delle opportunità di vaccinarsi vicino al luogo dove risiedono e lo fanno a bordo del vaxbus o in uno dei tanti Centri vaccinali. Queste offerte a 360° continueranno pertanto a svolgere un ruolo molto importante anche in futuro.

Weekend intenso per i vaxbusZoomansichtWeekend intenso per i vaxbus

Solo per i vaxbus la richiesta è quasi raddoppiata – così, lo scorso fine settimana, le squadre dei due colorati veicoli hanno vaccinato ad oltranza: "Tra venerdì e domenica abbiamo fatto quasi 2.000 vaccinazioni, molte delle quali dopo l'orario di chiusura previsto, perché tante persone erano ancora in attesa del vaccino", afferma il Vicedirettore operativo dell’Unità Covid Patrick Franzoni. Circa il 60-70% di queste erano persone che hanno ricevuto la prima dose.

In generale, i numeri parlano da soli: per esempio, 368 persone sono state vaccinate sul vaxbus a Ponte Gardena, 450 a Sluderno, 175 a Laion e 353 a Tirolo. Anche le statistiche lo confermano: se una quindicina di giorni fa la media giornaliera delle vaccinazioni per ogni autobus era di 156, la settimana scorsa è schizzata a 338, una circostanza in cui gioca certamente un ruolo importante anche il cosiddetto decreto Draghi, che rende obbligatorio il green-pass per tutti i lavoratori a partire dal 15 ottobre.

Anche in occasione dell'"Open vaxday" di ieri a Bolzano, a fine serata erano state vaccinate 767 persone, 500 delle quali per la prima volta. Nel guardare ai numeri dei vaccinati presso l'Università di Bolzano (456 solo giovedì scorso) ed alle oltre 400 vaccinazioni effettuate martedì scorso al Centro vaccinale di Ora, è evidente una chiara tendenza verso l’alto.

Per l’Assessore alla Salute Thomas Widmann, questo conferma che la strategia di offrire una vasta gamma di postazioni vaccinali vicino a casa è quella giusta: "L'esperienza ci ha dimostrato che il dover raggiungere un centro vaccinale lontano da casa era effettivamente un impedimento per molte persone. Per loro, abbiamo progettato le opzioni di vaccinazione senza prenotazione e facilmente accessibili, con luoghi e orari orientati al gruppo target, ed abbiamo visto che questo funziona - in altre parole, la nostra offerta continua ad essere ampiamente accolta ora che l'abbiamo ulteriormente arricchita".

Informazioni per la stampa:
Ripartizione Comunicazione, Azienda sanitaria dell’Alto Adige, Tel. 0473 263806

(SF/TDB)



Altre notizie di questa categoria