Contenuto principale

Laboratorio centrale di patologia clinica

Contatti

Dove siamo: ospedale, edificio centrale, pianoterra, area viola
Primario:  doz. dott. Thomas Müller
Coordinatore: Roland Nocker
Segreteria: lunedì-venerdì ore 7.30-17.00
Orario di prelievo: lunedí-venerdí ore 7.00-10.00
tel. 0471 908 306
fax 0471 907 462
e-mail: labcentrbz@sabes.it

Prenotazioni: non sono necessarie prenotazioni (con l'eccezione dell'analisi del liquido seminale ed il test del sudore)

Centri di prelievo

 


Carta dei Servizi - Laboratorio Centrale di Patologia Clinica

A proposito di noi

Prima dell'analisi (Pre-analitica)

Pazienti ricoverati

Utenti ambulatoriali

Altri utenti esterni

Segnalazioni e Reclami

Collaboratrici e Collaboratori


Analisi

Elenco Analisi

Elenco esami accreditati 2019

Elenco esami accreditati 2018

 


News

08.07.2019 Gastrina
Da ora è disponibile presso il Laboratorio centrale di Bolzano il dosaggio della gastrina nel siero. La concentrazione sierica della gastrina è determinata tramite un immunodosaggio sullo strumento Maglumi 800 della ditta Snibe. La determinazione della gastrina sarà eseguita due volta a settimana al mattino, fino ad ulteriore comunicazione. Per il prelievo è necessaria una provetta di siero (tappo rosso-giallo, con gel). L’analisi deve essere richiesta informaticamente come tutte le altre.

04.07.2019 Renina diretta
Fino ad ora la renina veniva eseguita con una metodica di immuno-assay sullo strumento Liaison della ditta Diasorin. A partire dal 04.07.2019 questo parametro verrà dosato presso il Laboratorio Centrale di Bolzano con metodica di immuno-assay sullo strumento Maglumi 800 della ditta Snibe Diagnostic. Per il prelievo è necessaria una provetta con EDTA (tappo rosa senza gel separatore). A partire dal 04.07.2019, il laboratorio Centrale di Bolzano eseguirà il dosaggio della renina due volte a settimana al mattino. Durante il cambio del metodo sono state eseguite prove di confronto tra metodo vecchio e nuovo e queste prove non hanno dimostrato uno spostamento sistematico dei valori. I valori di riferimento e l’unità di misura per la renina rimangono invariati (i.e. µU/mL).

17.06.2019 Therapeutic Drug Monitoring (TDM)
Il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica offre la prestazione di TDM. Mediante spettrometria di massa (LC-MS/MS Waters e Chromsystem), dosiamo su siero i seguenti antiepilettici e neurolettici: etosuccimide, felbamato, gabapentina, lacosamide, lamotrigina, levetiracetam, oxocarbamazepina, primidone, rufinamide, sultiame, topiramato, vigabatrina, zonisamide, aripripazolo, clozapina, N-desmetilclozapina, aloperidolo, olanzapina, quetiapina, norquetiapina, risperidone, 9-OH-risperidone. Per il dosaggio di questi farmaci è necessario un campione di siero (provetta tappo rosso/nera senza gel). Come per tutte le prestazioni di laboratorio, anche la richiesta di dosaggio di questi farmaci, deve essere inserita in modo informatico nel gestionale del Laboratorio.

17.06.2019 Metanefrine plasmatiche
Da oggi è disponibile il dosaggio delle metanefrine plasmatiche mediante spettrometria di massa (LC-MS/MS Waters e Chromsystem). Per il dosaggio delle metanefrine plasmatiche è necessaria una provetta di EDTA (tappo lilla). Come per tutte le prestazioni di laboratorio, anche la richiesta di questo dosaggio deve essere inserita in modo informatico nel gestionale del Laboratorio. Quando viene richiesto il dosaggio delle metanefrine plasmatiche, il Laboratorio dosa allo spettrometro di massa la concentrazione della metanefrina (prodotto della metilazione dell’adrenalina) e normetanefrina (prodotto di metilazione della noradrenalina) nel campione di plasma-EDTA, e referta in pmol/L. L’indicazione clinica al dosaggio delle metanefrine plasmatiche è il sospetto di un tumore secernente catecolamine (feocromocitoma, paraganglioma, neuroblastoma). Con l’introduzione del dosaggio della metanefrina e normetanefrina plasmatica, il dosaggio delle catecolamine urinarie è diventato obsoleto e non più necessario. Anche le società scientifiche ritengono che il dosaggio delle catecolamine urinarie in presenza di un sospetto di un feocromocitoma o paraganglioma non sia più consigliato. Per questo, a partire dal 17.06.2019 il dosaggio delle catecolamine urinarie non viene più eseguito presso il Laboratorio Centrale di Bolzano.

04.06.2019 Calprotectina su feci
Fino ad ora il dosaggio della calprotectina su feci veniva eseguito presso il Laboratorio di Microbiologia e Virologia di Bolzano con metodica immuno-assay sullo strumento Liaison della ditta Diasorin. Dal 04.06.2019 il dosaggio di questo parametro verrà eseguito presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica dell’Ospedale di Bolzano con metodo turbidimetrico (Bühlmann fCAL turbo) sullo strumento c502 (Cobas 8000) della ditta Roche. I contenitori idonei sono i CALEX Cap Devices. Il Laboratorio Centrale di Bolzano eseguirà il dosaggio della calprotectina a partire dal 04.06.2019 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì durante la routine. Durante il cambio del metodo sono state eseguite prove di confronto tra metodo vecchio e nuovo e queste prove non hanno dimostrato uno spostamento sistematico dei valori. I valori di riferimento (cut-off) e l’unità di misura (µg/g di feci) per la calprotectina su feci rimangono invariati.

30.05.2019 Collegamento IT degli emogas-analizzatori decentrati
Nelle ultime due settimane gli emogas-analizzatori (ABL 90 FLEX) decentrati sono stati collegati al sistema informatico del laboratorio dell’Ospedale di Bolzano (LIS). Questo collegamento garantisce che tutti i referti generati da questi emogas-analizzatori (ABL 90 FLEX) vengano trasferiti al sistema informatico ospedaliero (HIS) e che vengano conservati elettronicamente per ogni singolo paziente.

20.05.2019 Ricetta dematerializzata delle prestazioni di laboratorio
A partire da oggi, presso l’Ospedale di Bolzano, è possibile l’accettazione delle ricette elettroniche. I medici dell’Ospedale di Bolzano ed i medici di base possono richiedere elettronicamente le prestazioni di laboratorio per i loro pazienti.

13.05.2019 Inibitore del FVIII secondo metodo Bethesda
Dalla data indicata il metodo "in-house", in utilizzo finora, per la determinazione dell'Inibitore del FVIII presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano, verrà sostituito dal test Bethesda-Assay della Ditta Technoclone (Factor VIII Inhibitor Reagent Kit). Per ciascuna determinazione verrà effettuato un controllo positivo (plasma con contenuto noto di inibitore del Fattore FVIII) e un controllo negativo (plasma privo di inibitori). Per determinare l'inibitore del Fattore FVIII, secondo metodo Bethesda, è necessario effettuare il prelievo in provetta contenente sodio-citrato (tappo blu). Inoltre la richiesta di tale esame deve essere preventivamente comunicata telefonicamente al settore di Coagulazione (Tel. 9682), del Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano.

10.05.2019 Dosaggio di tireoglobulina, ACTH, HGH, IGF-1, free-beta-hCG, PAPP-A e TRAK
Il dosaggio dei parametri tireoglobulina, ormone adrenocorticotropo (ACTH), Human Growth Hormon (HGH), Insulin-like growth factor 1 (IGF-1), gonadotropina corionica libera (free beta-hCG), Pregnancy-associated plasma proteina-A (PAPP-A) e anticorpo anti-recettore della tireotropina (TRAK) è stato eseguito finora "soltanto" una o due volte alla settimana. Con l’obiettivo di migliorare il servizio, a partire dal 10.05.2019 il dosaggio di questi parametri verrà eseguito quotidianamente nei giorni feriali dal lunedì al venerdì in orario di routine.

10.05.2019 Dosaggio di calcitonina
Il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano ha cambiato il metodo di determinazione del parametro calcitonina. Fino ad ora, il dosaggio della calcitonina veniva eseguito mediante metodo immunoenzimatico sullo strumento Liaison della ditta Diasorin. Dal 10.05.2019 questo parametro verrà dosato mediante metodo immunoenzimatico sullo strumento e801 (Cobas 8000) della ditta Roche. Questo cambiamento di metodo - come sempre quando si passa da un saggio immunoenzimatico ad un altro - comporta un certo “shift” delle concentrazioni dell'analita, legato al metodo. Di conseguenza, anche i valori di riferimento per la calcitonina cambieranno leggermente, ma le unità di misura rimarranno le stesse.
Da oggi, il dosaggio della calcitonina sarà disponibile quotidianamente, nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, in orario di routine.

29.04.2019 Sostituzione degli emogas-analizzatori
Da oggi, presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica sono stati sostituiti gli emogas-analizzatori. Gli strumenti ABL 700 sono stati sostituiti con gli strumenti ABL FLEX. Contemporaneamente è stata modificata la refertazione dei parametri analizzati, che sono stati concordati con i reparti dell’Ospedale. Il prelievo per emogas prevede l’utilizzo di una idonea siringa (o capillare) da emogas. Le richieste dovranno essere inserite in modo informatico nel gestionale del Laboratorio.

16.04.2019 Dosaggio dell’acido valproico
Da oggi, presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano, è disponibile H24 il dosaggio dell’acido valproico.

16.04.2019 Dosaggio di Edoxaban
Da oggi, presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano, è disponibile H24 la determinazione della concentrazione plasmatica di Edoxaban. Il metodo utilizzato è Biophen Heparin LRT Test della ditta Hyphen, utilizzando calibratori specifici per Edoxaban. Insieme alla determinazione della concentrazione plasmatica di Edoxaban vengono sempre contemporaneamente eseguiti PT, aPTT, tempo di trombina e attività anti-Xa Il campione idoneo per l’analisi è in sodio-citrato (provetta tappo blu). Le richieste dovranno essere inserite in modo informatico nel gestionale del Laboratorio.

18.03.2019 Dosaggio del rame su sangue inero
Come dimostrano i dati di letteratura, al momento non esiste un marcatore ideale per la valutazione dello stato del rame di un paziente (Danzeisen R, et al. Br J Nutr 2007;98:676-683). Tuttavia, per la diagnostica dello stato del rame nel laboratorio clinico di routine non esiste alcun biomarcatore migliore della concentrazione di rame nel siero/plasma ed urina (Rückauer M. Kupfer. In: Thomas L, editor. Labor und Diagnose. 6th Ed. Frankfurt/Main: TH-Books; 2005. p. 490-492). Per questo motivo, presso il Laboratorio Centrale di Patolgia Clinica di Bolzano, non sarà più disponibile il dosaggio di rame nel sangue intero ma rimangono disponibili i dosaggi di rame nel plasma e nelle urine.

11.03.2019 Cambiamento della piattaforma analitica e reagenti della spettrometria di massa (LC-MS/MS; cromatografia liquida abbinata alla spettrometria di massa tandem)
A partire dal giorno 11 marzo 2019 è stata sostituita la strumentazione per il dosaggio di vitamina D, immunosoppressori (FK-506, ciclosporina, everolimus, sirolimus), steroidi (17 OH progesterone, cortisolo, DHEAS, aldosterone, androstenedione) e sono cambiati i reattivi che non sono più della ditta RECIPE ma della ditta CHROMSYSTEMS. Il metodo di dosaggio è sempre LC-MS/MS e i valori di riferimento rimangono gli stessi. Sono state effettuate prove di comparazione che hanno dimostrato una buona sovrapposizione dei risultati.

07.02 - 08.02.2019 Prima visita di sorveglianza secondo la norma UNI EN ISO 15189
Ad inizio febbraio l’Ente italiano di Accreditamento ACCREDIA (https://www.accredia.it/), he svolto la prima visita ispettiva di sorveglianza presso il laboratorio centrale di Patologia Clinica di Bolzano (e tutti i laboratori medici dell’Alto Adige). Dopo l’ottenimento dell’accreditamento a metà 2018, il laboratorio centrale ha esteso, in campo flessibile, l’elenco degli esami accreditati aggiungendo alcuni parametri di coagulazione specialistica e la differenziazione leucocitaria strumentale. La visita ispettiva si è articolata in un audit documentale di sistema ed un audit tecnico, entrambi con lo scopo di confermare l’adempimento dei requisiti tecnici e di sistema della norma internazionale UNI EN ISO15189 per laboratori medici. ACCREDIA ha valutato positivamente il laboratorio centrale ed ha inoltre individuato alcune proposte di miglioramento, che adesso dovranno essere implementate dal laboratorio centrale. L’elenco degli esami accreditati nel 2019 è consultabile al seguente link: esami accreditati 2019. La prossima visita ispettiva è prevista nel primo trimestre del 2020.

25.01.2019 Dosaggi di tireoglobulina, ACTH, HGH, IGF-1 e aptoglobina
Presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano è stata sostituita la metodica per il dosaggio dei parametri sopracitati. Tireoglobulina, ACTH, HGH e IGF-1 sono stati eseguiti, fino ad ora, mediante metodo immunometrico sulla strumentazione Liaison della ditta Diasorin. A partire dal 25.01.2019 questi parametri verranno eseguiti con metodo immunometrico sulla strumentazione e801 della ditta Roche. Fino ad ora l’aptoglobina è stata eseguita sullo strumento Immage 800 della ditta Beckman Coulter. A partire dal 25.01.2019 questo parametro verrà eseguito mediante un metodo immunoturbidimetrico sulla piattaforma c502 della ditta Roche. Come per ogni cambio di metodica immunometrica, anche in questo caso è stato rilevato uno shift nella concentrazione analitica. Pertanto, anche i valori di riferimento verranno adeguati alle nuove metodiche; mentre le unità di misura rimangono invariate. Inoltre, il dosaggio dell’aptoglobina sarà disponibile H24. I dosaggi di tireoglobulina, ACTH, HGH ed IGF-1 verranno eseguiti due volte a settimana, al martedì e venerdì mattina.

24.01.2019 Test cromogenici per il dosaggio die fattori VIII e IX
Da oggi, presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano, è disponibile il test cromogenico per il dosaggio dei fattori VIII e IX della coagulazione. Per il dosaggio del fattore VIII viene utilizzato il test „Coamatic Factor VIII“della ditta IL. Per il dosaggio del fattore IX viene utilizzato il test „Rox Factor IX “della ditta Rossix. Attualmente è stato deciso di dosare i fattori VIII e IX sia mediante metodo coagulativo che mediante metodo cromogenico in contemporanea (non è necessaria una specifica richiesta). Il campione idoneo per l’analisi è in sodio-citrato (provetta tappo blu). Le richieste, come per tutti i parametri, devono essere inserite in modo informatico nel gestionale del Laboratorio.

22.01.2019 Dosaggio di Apixaban
Da oggi, presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano, è disponibile H24 la determinazione della concentrazione plasmatica di Apixaban. Il metodo utilizzato è HemosIL „Liquid Anti-Xa“della ditta IL, utilizzando calibratori specifici per Apixaban. Insieme alla determinazione della concentrazione plasmatica di Apixaban vengono sempre contemporaneamente eseguiti PT, aPTT, tempo di trombina e attività anti-Xa per LMWH. Il campione idoneo per l’analisi è in sodio-citrato (provetta tappo blu). Le richieste dovranno essere inserite in modo informatico nel gestionale del Laboratorio.

08.01.2019 Cambiamento dell’unità di misura del magnesio eseguito sul plasma
Nell’ottica di unificare le modalità di refertazione dei risultati di laboratorio in Alto Adige e per esprimerli in unità internazionali, a partire da giovedì 10.01.2019, i risultati del magnesio eseguiti presso il nostro laboratorio non saranno più espressi in “mg/dL“, ma in “mmol/L”. I valori di riferimento del magnesio su plasma aggiornati alla nuova unità di misura saranno 0,65-1,05 mmol/L (precedentemente 1,6-2,6 mg/dL). Il metodo di misura rimarrà invariato.
Per spiegare meglio: 2,0 mg/dL di magnesio equivalgono a 0,82 mmol/L. L’unità mg/dL moltiplicata per 0,41 equivale all’espressione in mmol/L; l’unità mmol/L moltiplicata per 2,43 corrisponde all’espressione in mg/dL.

29.11.2018 Dosaggio di iodio su sangue intero
Come riportato in letteratura, la determinazione della concentrazione di iodio nell’urina è la metodica di scelta (Soldin OP. Clin Biochem 2002;35:575-579; Zimmermann MB et al. Nutr Rev 2012;70:553-570). Per questo motivo, la determinazione di iodio su sangue intero non viene più eseguita dal Laboratorio di Patologia Clinica di Bolzano, ma rimane sempre possibile la determinazione di iodio nell’urina.

09.10.2018 Audit interno
Il 09.10.2018 l’auditor Dott.ssa Wierer ha eseguito un audit interno secondo la UNI EN ISO 15189 nel CoreLab del Laboratorio di Patologia Clinica. Nel complesso l’auditor ha avuto un’impressione molto positiva. L’auditor non ha rilevato la necessità di cambiamenti e di miglioramenti dei processi, in particolare dei flussi di lavoro. Sono state segnalate solamente minime proposte di miglioramento nell’ambito del centro prelievi e nella gestione di un controllo di qualità.

02.10.2018 Dosaggio alluminio su siero e su urine
Poiché il dosaggio dell’alluminio è di scarsa rilevanza clinica e viene raramente richiesto, esso non viene più eseguito dal Laboratorio di Patologia Clinica di Bolzano.

18-19.09.2018 Audit interno
Nei giorni 18 e 19.09.2018 è stato eseguito un audit interno nell’area di diagnostica specialistica. Lo scopo dell’audit era di fare il punto della situazione, in quanto quest’area dovrà essere accreditata in gennaio 2020. È stata proposta l’implementazione di un cronoprogramma che prevede l’adeguamento alla UNI EN ISO 15189 entro fine 2019.

31.07.2018 Nuovi intervalli di riferimento per i fattori della coagulazione
In data 31.07.2018 sono stati aggiornati i valori di riferimento dei fattori della coagulazione secondo Marques MB, Fritsma GA. Hemostasis 3rd Edition. AACC Press 2015.

09.07.2018  von Willebrand Disease (vWD)
Da oggi per la diagnostica del vWD verranno eseguiti sempre 4 parametri contemporaneamente: vWF:Ag (von Willebrand factor antigen), vWF:RCo (i.e., vWF:GP IbM, von Willebrand factor ristocetin cofactor activity), attività del Fattore VIII (clotting assay) e la ratio vWF:RCo/vWF:Ag. In questo modo, per la diagnosi del vWD, viene offerto un pannello di esami, secondo le indicazioni della letteratura attuale. A seconda del pattern dei risultati potrà rendersi necessario il cosidetto „Follow-Up Testing“, il RIPA-Test (ristocetin-induced platelet aggregation), l’analisi del vWF Multimer oppure l’indagine genetica. Per la diagnostica di base del vWD è necessario un prelievo di sangue citratato in provetta tappo blu. La richiesta della diagnostica di base del vWD deve essere effettuata elettronicamente come per tutti gli altri parametri di laboratorio.

20.06.2018 Il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano è accreditato secondo la Norma UNI EN ISO 15189
Dal 20.06.2018 il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica è stato accreditato dall’Ente di Accreditamento Italiano ACCREDIA secondo la norma internazionale UNI EN ISO 15189 – specifica per i laboratori medici. L’accreditamento ISO 15189 attesta al Laboratorio sia un elevato standard di qualità per l’esecuzione dei parametri accreditati, che una elevata competenza specialistica del personale. Un elenco dettagliato dei parametri accreditati è consultabile nell’ elenco degli esami accreditati 2018.

23.04 -24.04.2018 Accreditamento del Laboratorio centrale di Bolzano secondo la Norma UNI EN ISO 15189
L’Ente di Accreditamento Italiano ACCREDIA ha effettuato la prima visita ispettiva presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano (e tutti gli altri laboratori medici dell’Alto Adige). Tale visita ha come scopo quello di valutare la conformità del laboratorio alla norma internazionale UNI EN ISO 15189 – specifica per i laboratori medici. Tale norma, specifica per i laboratori medici, pone particolare attenzione sulla competenza specialistica del personale, sulla formazione continua del personale, sul miglioramento continuo e valutazione dei rischi, sulla verifica e validazione dei metodi, sulle informazioni per l’utente e sulla interpretazione dei risultati e consulenza specialistica. ACCREDIA ha valutato positivamente il laboratorio centrale. ACCREDIA ha inoltre individuato alcune proposte di miglioramento, che adesso dovranno essere implementate dal laboratorio centrale. Nei prossimi 4 anni, l’accreditamento prevede, oltre alla prima visita di valutazione, altre tre visite di sorveglianza. L’elenco completo delle analisi accreditate verrà pubblicato in occasione della delibera di accreditamento.

16.04.2018 Dosaggio di Rivaroxaban e Dabigatran
Da oggi è disponibile H24 la determinazione della concentrazione plasmatica rispettivamente di dabigatran e rivaroxaban; i metodi utilizzati sono HemosIL della ditta IL rispettivamente per dabigatran „Direct Thrombin Inhibitor Assay” e per rivaroxaban „Liquid Anti-Xa“. Per quest’ultimo vengono utilizzati calibratori specifici per il rivaroxaban. Insieme alla determinazione della concentrazione plasmatica di dabigatran o rivaroxaban vengono sempre contemporaneamente eseguiti PT, aPTT, tempo di trombina e attività anti-Xa per LMWH eseguiti su campione in sodio-citrato (provetta tappo blu). Le richieste dovranno essere inserite in modo informatico nel gestionale del Laboratorio.

11.04.2018 Nuovo ordine di refertazione dei parametri della coagulazione
Da oggi è stato modificato l’ordine di refertazione dei parametri della coagulazione. Tale ordine rispecchia al meglio il percorso diagnostico di laboratorio. Sono state inoltre modificate le descrizioni dei parametri coagulativi in modo da adeguarsi alle linee guida internazionali.

23.03.2018 Modifica del Layout del referto del Laboratorio
In data 23.03.2018 è stato modificato il Layout del referto del Laboratorio. Sulla nuova modalità di refertazione, accanto al nome dell’analita, all’esito e ai valori di riferimento, sono stati aggiunti il materiale e lo strumento sul quale vengono processati i campioni. In questo modo i referti del Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano soddisfano i requisiti della norma internazionale UNI EN ISO 15189 specifica per i laboratori medici.

19.03.2018 Nuovo intervallo di riferimento della vitamina D
Per la concentrazione sierica della vitamina D (i.e. 25-idrossi vitamina D3 e 25-idrossi vitamina D2) è stato introdotto sul referto l’intervallo di riferimento di 20-100 ng/mL. Le concentrazioni sieriche di 25-idrossi vitamina D3 e di 25-idrossi vitamina D2 continuano ad essere determinate in spettrometria di massa (LC-MS/MS), come riportato sul referto.

14.03.2018 aPTT in secondi
Da oggi è stata modificata la refertazione dell’aPTT (engl. Partial Thromboplastin Time). Nel referto del Laboratorio Centrale di Patologia Clinica di Bolzano, accanto al valore dell’aPTT-ratio viene riportato anche il relativo valore in secondi.


Modulistica

 

» torna alla lista dei reparti e servizi

 

Per aprire i documenti PDF contenuti in questa pagina ocorre installare un lettore PDF.
Se non ne hai già installato uno nel tuo sistema puoi scaricare:
Laden Sie sichen einen Freien PDF-Betrachter herunter
un lettore PDF libero
Adobe© Reader©
il programma Adobe© Reader©


Pubblicazioni scientifiche

Articoli scientifici pubblicati in PubMed- e/o in riviste indicizzate (JCR), dal 01.01.2018

(Gli autori, che al momento della pubblicazione di un lavoro prestavano attività presso il Laboratorio Centrale di Patologia Clinica, sono in grassetto)

 

 

2019

Mueller C, McDonald K, de Boer RA, Maisel A, Cleland JGF, Kozhuharov N, Coats AJS, Metra M, Mebazaa A, Ruschitzka F, Lainscak M, Filippatos G, Seferovic PM, Meijers WC, Bayes-Genis A, Mueller T, Richards M, Januzzi JL Jr; Heart Failure Association of the European Society of Cardiology. Heart Failure Association of the European Society of Cardiology practical guidance on the use of natriuretic peptide concentrations. Eur J Heart Fail 2019;21:715-731.
Publication type: Review
[⇒PubMed] PMID: 31222929
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 6.968

Pusceddu I, Dieplinger B, Mueller T. ST2 and the ST2/IL-33 signalling pathway-biochemistry and pathophysiology in animal models and humans. Clin Chim Acta 2019; 495:493-500.
Publication type: Review
[⇒PubMed] PMID: 31136737
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 2.873

Pusceddu I, Herrmann W, Kleber ME, Scharnagl H, Hoffmann MM, Winklhofer-Roob BM, März W, Herrmann M. Subclinical inflammation, telomere shortening, homocysteine, vitamin B6, and mortality: the Ludwigshafen Risk and Cardiovascular Health Study. Eur J Nutr 2019, in press.
Publication Type: Original article
[⇒PubMed] PMID: 31129702
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 4.423

Dieplinger B, Egger M, Haltmayer M, Mueller T, Luft C, Hinterreiter F, Pernerstorfer T. Reply. J Vasc Surg 2019;69:1651-1652.
Publication type: Letter to the Editor
[⇒PubMed] PMID: 31010528
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 3,536

Giuliani S, Barbieri V, Di Pierro AM, Rossi F, Widmann T, Lucchiari M, Pusceddu I, Pilz S, Obermayer-Pietsch B, Herrmann M. LC-MS/MS based 25(OH)D status in a large Southern European outpatient cohort: gender- and age-specific differences. Eur J Nutr 2019, in press.
Publication Type: Original article
[⇒PubMed] PMID: 30088075
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 4.423

 

2018

Mueller T, Egger M, Peer E, Jani E, Dieplinger B. Evaluation of sex-specific cut-off values of high-sensitivity cardiac troponin I and T assays in an emergency department setting - Results from the Linz Troponin (LITROP) study. Clin Chim Acta 2018; 487:66-74.
Publication type: Original article
[⇒PubMed] PMID: 30227114
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 2,873

Mueller T, Egger M, Peer E, Dieplinger B. 5th generation cardiac troponin I and T assays in clinical routine - A head-to-head comparison with data from the Linz troponin (LITROP) study. Clin Chim Acta 2018;485:195–204.
Publication Type: Original article
[⇒PubMed] PMID: 29958891
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 2,873

Hacker S, Dieplinger B, Werba G, Nickl S, Roth GA, Krenn CG, Mueller T, Ankersmit HJ, Haider T Increased serum concentrations of soluble ST2 predict mortality after burn injury. Clin Chem Lab Med 2018;56:2079-2087.
Publication Type: Original article
[⇒PubMed] PMID: 29949506;
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 3,432

Pusceddu I, Kleber M, Delgado G, Herrmann W, März W, Herrmann M. Telomere length and mortality in the Ludwigshafen Risk and Cardiovascular Health study. PLoS One 2018;13: e 0198373
Publication Type: Original article
[⇒PubMed] PMID: 29920523
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 2,806

Dieplinger B, Egger M, Luft C, Hinterreiter F, Pernerstorfer T, Haltmayer M, Mueller T. Comparison between activated clotting time and anti-activated factor X activity for the monitoring of unfractionated heparin therapy in patients with aortic aneurysm undergoing an endovascular procedure. J Vasc Surg 2018; 68:400-407
Publication type: Original article
[⇒PubMed] PMID: 29571622
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 3,536

Herrmann M, Pusceddu I, März W, Herrmann W. Telomere biology and age-related diseases. Clin Chem Lab Med 2018; 56:1210-1222
Publication type: Review
[⇒PubMed] PMID: 29494336
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 3,432

Egger M, Dieplinger B, Mueller T. One-year in vitro stability of cardiac troponins and galectin-3 in different sample types. Clin Chim Acta 2018;476:117-22.
Publication type: Original article
[⇒PubMed] PMID: 29170106
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 2,873

Giuliani S, Corvetta D, Lucchiari M, Herrmann M. Evaluation of the analytical and clinical performance of the Fujirebio Lumipulse® G 25-OH vitamin D assay. Ann Clin Biochem 2018;55:302-304.
Publication Type: Letter to the Editor
[⇒PubMed] PMID: 29169257
Journal Citation Reports (JCR); Journal Impact Factor (JIF) 2016: 1.983

 

 

Ultimo aggiornamento il: 8 luglio 2019