Contenuto principale

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 06.08.2021 | 16:15

Regolamentazione 3-G anche per visitatori negli ospedali dell'Alto Adige

Dall'introduzione del Green Pass la regolamentazione "3G" (vaccinati/geimpft, guariti/genesen, testati/getestet) viene introdotta anche presso gli ospedali dell'Alto Adige.

Regolamentazione 3-G anche per visitatori negli ospedali dell'Alto AdigeZoomansichtRegolamentazione 3-G anche per visitatori negli ospedali dell'Alto Adige

Per i pazienti ricoverati le visite dei parenti/familiari sono molto importante. Per questo motivo l'Azienda sanitaria tiene molto a poter permettere tali visite anche in futuro. Allo stesso tempo bisogna evitare infezioni portate dall'esterno.

Il regolamento permette tuttora l'accesso al reparto ad un solo visitatore per paziente. L'accesso avviene previo permesso scritto del medico di reparto.

Le visite generalmente sono possibili nelle seguenti situazioni:

  • in caso di pazienti minorenni
  • in caso di pazienti con deficit cognitivo
  • per pazienti fragili
  • per pazienti in trattamento palliativo
  • per il partner ovvero persona di riferimento delle gravide prima del parto o delle puerpere.

Oltre al permesso di visita, al momento del controllo degli accessi al reparto dovrà essere esibita una delle seguenti certificazioni:

  • certificato Covid digitale dell'UE (Greenpass)
  • documentazione di aver effettuato ciclo completo di vaccinazione SARS-CoV-2 negli ultimi 9 mesi
  • certificato di guarigione da COVID-19, rilasciato negli ultimi 6 mesi
  • referto negativo di test molecolare o antigenico per la ricerca di SARS-CoV-2, rilasciato nelle ultime 48 ore.

Qualora un congiunto sia stato chiamato per casi urgenti, non programmabili (es. terapia intensiva), può comunque essere ammesso in reparto previo test antigenico rapido.

Informazione per la stampa:
Rip. Comunicazione, Azienda sanitaria dell'Alto Adige

(SF)



Altre notizie di questa categoria