Contenuto principale

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 03.06.2021 | 17:41

Punto di contatto per le malattie respiratorie

Le domande sono sempre più numerose e le risposte serie valgono come l’oro, non solo al tempo di Google. Per Antonio Triani, Primario facente funzioni del Servizio Pneumologico azienda, è stata una conseguenza logica quella di istituire un servizio aggiuntivo per le associazioni di volontariato: ora, due volte alla settimana, le/i rappresentanti delle varie associazioni possono chiamare questo servizio per chiarire eventuali domande sulle malattie respiratorie nel contesto di una consulenza.

Punto di contatto per le associazioni per le malattie respiratorie: il Primario Antonio TrianiZoomansichtPunto di contatto per le associazioni per le malattie respiratorie: il Primario Antonio Triani

Per il Primario facente funzioni Antonio Triani e il suo team, questa necessità era evidente da molto tempo: "In Alto Adige abbiamo molte persone che sono coinvolte in gruppi di auto-aiuto o associazioni. Che si tratti di fibrosi cistica, asma cronica o altre malattie, i pazienti e le pazienti rivolgono di continuo domande alle associazioni. Dato che il personale che vi presta servizio gioca un ruolo chiave, è importante che sia ben informato sui singoli argomenti. Per noi era dunque fondamentale fornire loro ancora più assistenza".

Questo il motivo che ha spinto il Servizio Pneumologico ad istituire una consulenza telefonica. In futuro, il Primario ed il suo team saranno quindi disponibili per le associazioni due volte a settimana per “l'ora di consultazione telefonica” (lunedì e giovedì dalle 10.30 alle 11.30) che però non potrà essere specificatamente dedicata ad un/una determinato/a paziente: "Purtroppo, a causa della protezione dei dati personali, non possiamo dare informazioni cliniche sulle singole persone", spiega il Primario Triani.

Il servizio può essere contattato al numero 0471 909600 per domande generiche sulle malattie respiratorie.

Per il Direttore generale Florian Zerzer si tratta di un servizio estremamente prezioso: "Per noi è importante che soprattutto i malati cronici non siano lasciati soli con le loro domande. Le numerose associazioni di volontariato in Alto Adige forniscono un servizio indispensabile. Se possiamo aiutarli a rispondere alle domande e a dissipare i dubbi di pazienti e loro familiari, questo è un grande vantaggio per entrambe le parti. Ringrazio quindi il team del Primario Antonio Triani per questa iniziativa".

Informazioni per i media: Ripartizione Comunicazione, Azienda sanitaria dell'Alto Adige

(SF/TDB)



Altre notizie di questa categoria