Contenuto principale

Canile Sanitario con rifugio per animali Sill

Contatto

.

Dove siamo: Bolzano, Castel Novale 9 (Comune di Renon) - Google Maps
Responsabile Servizio veterinario aziendale: dott. Alessandro Fugatti
Veterinario responsabile del canile: dott. Giovanni Lorenzi
Direttore f.f. Area Sanità Animale: dott. Christian Piffer
tel. 0471 329 800, fax 0471 329 840, e-mail sill@sabes.it
Orario per il pubblico: lunedì-venerdì ore 14.30-16.30, appuntamento su richiesta
Emergenze (centralino del Comprensorio sanitario di Bolzano): tel. 0471 908 111, ore 20.00-08.00
Zoosorveglianza e gestione morsicatura: Bozen - Tel. 335 120 66 91 und 335 120 66 90, Meran - Tel. 335 120 66 93 und 335 120 66 92, Brixen - Tel. 335 7181 321, Bruneck - Tel. 335 703 5850
Implantazione Microchip: ultimo venerdì del mese, ore 14.30-16.30


Animali cercano casa

Sammy

Sammy

Meticcio pastore, maschio, castrato, 3 anni

Toby

Toby

Meticcio, maschio, castrato 5 anni

Felix

Felix, meticcio, maschio

Felix è un bel meticcio pastore di 8 anni.

Animali persi e trovati

Chi ha perso un animale si rivolga al canile oppure ci lascia un messaggio sul nostro sito Facebook.

Informazioni utili

Acquisto consapevole di cani

State per acquistare o regalare un cane? Ecco un vademecum che potrà servivi per fare un acquisto consapevole, evitando tra l’altro di alimentare inconsapevolmente l’orribile tratta dei cuccioli.

La riproduzione nel cane e nel gatto

La riproduzione nel cane e nel gatto

La castrazione o sterilizzazione chirurgica nel cane e nel gatto

Che cos’è la castrazione? La castrazione o sterilizzazione chirurgica è un’ operazione eseguita da un veterinario, con l’animale in anestesia generale. L’ intervento consiste nella asportazione degli organi riproduttivi, determinando in questo modo l’incapacità dell’animale a riprodursi.

Vaccinazione antirabbica

Con Circolare n°5 del 28.2.2013 il Servizio veteriario provinciale ha revocato la vaccinazione antirabbica prevista per i cani residenti e in entrata nel territorio della Provincia autonoma di Bolzano.

Tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani

Ordinanza ministeriale del 6 agosto 2013 per la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani (13A07313)

Quando un cane entra in canile...

Per ogni cane che viene ricoverato in canile viene eseguito il controllo del microchip, una prima valutazione veterinaria e comportamentale.

Colonie feline

La Legge n. 281/1991 e la Legge provinciale 9/2000 e succ. mod. tutelano i gatti viventi in libertà. Per tenere sotto controllo il numero degli animali presenti nelle colonie feline, i gatti vengono catturati e castrati presso il canile sanitario Sill e altre strutture espressamente abilitate.

Gallery

Di seguito sono raccolte le immagini appartenenti alla galleria. Per ingrandire una singola immagine cliccare sul dettaglio dell'immagine prescelta.

  • Collocamento

    Collocamento

  • Canile

    Canile

  • Stabilimento

    Stabilimento

  • Stabilimento #2

    Stabilimento #2

  • Sala operatoria

    Sala operatoria


A proposito di noi

Team

Veterinario responsabile: Dr. Giovanni Lorenzi
Operatori di canile: Petra Cadamuro (Educatrice cinofila), Walter Biasi, Josef Kompatscher
Biologa comportamentalista: Dr. Giulia Morosetti (Istruttrice cinofila)
Collaboratore: Markus Helfer

Missione

Proteggere la salute pubblica e gli animali da compagnia in stato di necessità. Nell'ambito delle capacità di accoglienza della struttura vengono ricoverati tutti quei cani, gatti e piccoli animali da compagnia temporaneamente privi di una persona che se ne prenda cura. Si cerca di ricongiungere cani persi con la loro famiglia o di trovare nuove famiglie per quelli che non hanno più un proprietario. Il canile ricovera animali sequestrati e cerca per loro una collocazione appropriata.
 
Il team dei collaboratori si impegna di curare ogni animali accolto nel modo migliore e di fare tutto il possibile per aumentare le sue probabilità di avere un futuro migliore, per esempio mediante la rieducazione dei cani, il trattamento di eventuali malattie o ferite. Gli animali vengono trattati con affetto e rispetto e la loro condizione psicofisica valutata e controllata.  Quando necessario gli animali ottengono cure e trattamenti veterinari.

La consulenza alle persone interessate all'adozione viene effettuata in modo da affidare l'animale giusto tenendo conto del tipo di famiglia, della situazione di vita e creare quindi i presupposti per una convivenza armoniosa.

Storia e Fatti

Nel 1994 la Provincia autonoma di Bolzano ha trasferito la gestione del canile al Servizio veterinario dell'Azienda sanitaria, Comprensorio di Bolzano. La struttura accoglie soprattutto cani e gatti, spesso però vengono ospitati temporaneamente animali di altre specie p.es. uccelli, roditori, porcospini, animali da cortile come  conigli, pecore, capre, pollame, nonché rettili e pesci da acquario. Tutti questi animali vengono visitati dal veterinario e successivamente trattati secondo uno piano di controllo che prevede tra l'altro anche un esame parassitologico. Dal 1994 il canile ha affidato più di 20.000 animali. Sono stati castrati ca. 160.000 gatti e 1600 cani. Solo nel 2010 sono stati ricoverati più di 1500 animali.
La popolazione canina in Alto Adige è di oltre 35.000 soggetti. La stima della popolazione felina risulta molto più difficile non esistendo un' anagrafe felina obbligatoria e per la presenza dei gatti viventi in libertà. Si pensa comunque che i gatti nella nostra Provincia siano  almeno 90.000.

 


Attività

La struttura ospita animali smarriti, ceduti, abbandonati, o posti sotto sequestro dall'Autorità Giudiziaria. La gestione del canile sanitario con rifugio per animali comporta le seguenti attività:

  • Assicurare la salute ed il benessere degli animali ricoverati nel maggior rispetto possibile delle loro caratteristiche ed esigenze fisiologiche ed etologiche
  • Rapporti con il pubblico che contatta la struttura
  • Osservazione animali morsicatori
  • Valutazione comportamentale degli animali ricoverati, anche ai fini della corretta gestione dell'affido
  • Identificazione, mediante microchip, degli animali per i quali è prevista e loro iscrizione nell'anagrafe provinciale di cani, gatti, furetti
  • Restituzione di animali smarriti ai loro legittimi proprietari e gestione delle relative sanzioni amministrative
  • Assistenza e cura degli animali ricoverati
  • Controllo sanitario, vaccinazioni, ed ogni altro intervento necessario per la cura e la salute degli animali custoditi
  • Interventi chirurgici (specialmente riguardo al controllo delle nascite)
  • Monitoraggio malattie infettive e infestive
  • Gestione casi sociali (in collaborazione con gli enti preposti)
  • Gestione sequestri giudiziari
  • Incentivare le adozioni, anche con programmi e progetti specifici
  • Garantire la custodia dei cani vaganti e/o abbandonati e contrastare il fenomeno degli abbandoni
  • Rendere la struttura un punto di riferimento per la cittadinanza per tutti gli aspetti riguardanti la convivenza uomo-animale
  • Affidamento di animali a nuovi proprietari con consulenza nella formazione della coppia/gruppo familiare
  • Controllo circa la corretta detenzione degli animali affidati dal canile
  • Controllo delle nascite e sanitario dei gatti viventi in libertà (colonie)
  • Stages di inserimento nel mondo del lavoro, specie per studenti di scuole con indirizzo attinente alla detenzione o/e attivitá con animali
  • Zooantropologia didattica: percorsi educativi e lezioni singole sul rapporto uomo-animale
  • Educazione sanitaria
  • Contatto di persone disabili e persone socialmente deboli con il mondo degli animali e loro introduzione nel mondo del lavoro
  • Possibilità di svolgere, qualora prescritta, un'occupazione socialmente utile, nei limiti delle possibilità della struttura
  • AAA - Attività assistita con animali: anche in collaborazione con associazioni ed il Centro di Salute Mentale
  • Registrazione, elaborazione ed interpretazione dei dati raccolti

Le prestazioni sanitarie vengono effettuate esclusivamente nei riguardi degli ospiti del canile.

 


Donazione

Bank Intesa San Paolo AG, via della Mostra 3, Bolzano
ABI/CAB (BZL): 03069 11619
Contocorrente: 651100928736
IBAN: IT69 C 03069 11619 651100928736
SWIFT/BIC-Code: BC IT IT MM