Contenuto principale

Prevenzione | 31.08.2017 | 17:43

Parte la campagna informativa sulle vaccinazioni obbligatorie

Per metà settembre ed in tutti i Comprensori sanitari, l'Azienda sanitaria dell’Alto Adige sta organizzando una serie di eventi informativi in materia di vaccinazioni obbligatorie. In occasione delle conferenze interverranno esperti di fama internazionale. Saranno presenti anche numerose esperte e numerosi esperti dell’Azienda sanitaria che informeranno in merito alle scadenze e forniranno ulteriori dettagli sulle vaccinazioni obbligatorie.

Presentano dettagli e la campagna informativa (da sinistra): Thomas Schael, Dagmar Regele, Emanuela Pedevilla, Maria MurgiaZoomansichtPresentano dettagli e la campagna informativa (da sinistra): Thomas Schael, Dagmar Regele, Emanuela Pedevilla, Maria Murgia

Gli eventi informativi si svolgeranno in collaborazione con l’Ordine dei Medici della provincia di Bolzano. Walter Ricciardi e Sabine Reiter sono stati invitati quali relatori ospiti. Walter Ricciardi è Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità nonché membro del European Advisory Committee on Health Research dell’OMS. Sabine Reiter è un’esperta del Ministero della Salute germanico in materia di vaccini. I due relatori ospiti saranno affiancati da altri specialisti sia dei Servizi Igiene e Sanità pubblica dell’Azienda sanitaria che dell’Ordine dei Medici della provincia di Bolzano. Fino alla primavera del prossimo anno vi saranno ulteriori eventi informativi, in scala ridotta, che si terranno presso i distretti sanitari. Gli appuntamenti verranno comunicati più avanti. 

A metà settembre, nei diversi Comprensori, si svolgeranno un totale di sei eventi informativi:

  • Martedì, 12.09.2017, Brunico
    Casa Michael Pacher, alle ore 17.00
    in lingua tedesca con la dott.ssa Sabine Reiter
  • Martedì, 12.09.2017, Bressanone
    Cusanus-Akademie, alle ore 20.00
    in lingua tedesca con la dott.ssa Sabine Reiter
  • Giovedì, 14.09.2017, Merano
    Sala Civica, alle ore 17.00
    in lingua tedesca con la dott.ssa Sabine Reiter
  • Giovedì, 14.09.2017, Bolzano
    Eurac, alle ore 17.00
    in lingua italiana con il dott. Walter Ricciardi
  • Venerdì, 15.09.2017, Merano
    Sala Civica, alle ore 14.00
    in lingua italiana con il dott. Walter Ricciardi
  • Venerdì, 15.09.2017, Bolzano
    Eurac, alle ore 17.00
    in lingua tedesca con la dott.ssa Sabine Reiter

I "pacchetti informativi" forniti dal Ministero della Salute sono inoltre stati appositamente adattati e tradotti per i genitori ed i professionisti residenti in Alto Adige.

A metà settembre si svolgerà anche un evento formativo organizzato in collaborazione con l’Azienda sanitaria APSS di Trento e riservato al personale sanitario.

Nel frattempo, ai genitori, sono state inviate le lettere che comunicano lo stato vaccinale del bambino. Tale lettera conferma

  • che il bambino ha già fatto tutte le vaccinazioni previste dal decreto oppure
  • che il bambino è prenotato per effettuare le vaccinazioni mancanti durante l’anno scolastico (l’appuntamento definitivo verrà poi comunicato nei prossimi mesi).

La lettera ha la valenza di una documentazione per la frequenza dei servizi educativi per l’infanzia e delle scuole, anche se non sono state eseguite tutte le vaccinazioni obbligatorie. Le scuole per l’infanzia ed i servizi educativi per l’infanzia devono raccogliere la relativa documentazione entro il 10 settembre, le scuole entro il 31 ottobre. Entro 10 giorni da queste date, scuole e servizi educativi dovranno segnalare all'Azienda sanitaria per quali bambini non è stata presentata alcuna documentazione, indipendentemente dal loro stato vaccinale.

Nell'anno scolastico 2017/18 si applicheranno le disposizioni transitorie. Questo significa che inizierà senza restrizioni per nessun bambino. Le vaccinazioni dovranno comunque essere effettuate entro l’anno scolastico, per evitare le sanzioni amministrative. Fino ad allora verranno comunque inviate ai genitori altre due lettere d’invito da parte dell’Azienda sanitaria. 

L'obiettivo primario dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige era quello di garantire l'accesso a scuola ed ai servizi per l’infanzia a tutti i bambini. Qualora quanto indicato nella lettera informativa in merito alle vaccinazioni mancanti non dovesse corrispondere a quanto risulta ai genitori, ciò potrà essere chiarito in occasione dell’incontro vaccinale – per il quale seguirà ulteriore invito.

Attualmente, da parte di singoli antivaccinisti e politici, non vi sono molte rassicurazioni per i genitori. A tale scopo, nel rispetto della normativa vigente in materia nonché delle indicazioni dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali,  l’Azienda sanitaria invia la comunicazione sullo stato vaccinale del minore solo e soltanto alle famiglie. La legge stabilisce che le scuole ed i servizi per l’infanzia vengano informati sullo stato vaccinale dei bambini, esattamente come è nell'interesse di genitori comunicare a tali istituzioni eventuali allergie o disabilità.

 

Informazioni per i media: Ripartizione Comunicazione, Marketing e Relazioni con il Pubblico, tel. 0471 907 139

(EGF/TDB)


Parte la campagna informativa sulle vaccinazioni obbligatorie Zoomansicht Parte la campagna informativa sulle vaccinazioni obbligatorie

Altre notizie di questa categoria