Contenuto principale

Accesso civico

Accesso civico

L'accesso civico, come previsto dall'art. 5, comma 1 del D. Lgs. n. 33/2013 e s.m.i., è il diritto di chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati che la pubblica amministrazione ha omesso di pubblicare pur avendone l'obbligo. La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e va indirizzata direttamente al Responsabile della Prevenzione della corruzione e della Trasparenza mediante apposita modulistica.

Il Responsabile della Prevenzione della corruzione e della Trasparenza, dopo aver ricevuto la richiesta, la trasmette al/alla Dirigente responsabile per materia e ne informa il/la richiedente. Il/la Dirigente, entro 30 (trenta) giorni, pubblica il documento, l'informazione o il dato richiesto e comunica al/alla richiedente l'avvenuta pubblicazione indicandone il collegamento ipertestuale. Se quanto richiesto risulti già pubblicato, ne dà comunicazione al/alla richiedente indicando il relativo collegamento ipertestuale.

Titolare del potere sostitutivo: Direzione amministrativa, Via Cassa di Risparmio n. 4, 39100 Bolzano (BZ), e-Mail: da@asdaa.it
posta elettronica certificata (PEC): vd.da@pec.sabes.it

Modulo accesso civico [Word]
Modulo accesso civico [PDF]

Accesso civico generalizzato

A norma del decreto legislativo n. 33/2013 e s.m.i. come modificato dal decreto legislativo n. 97/2016 e s.m.i., la trasparenza va intesa come accessibilità totale dei dati e dei documenti detenuti dalle Pubbliche Amministrazioni e che tali dati e documenti sono oggetto di accesso civico, ivi compresi quelli soggetti a pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente.

I dati e i documenti detenuti dalle Pubbliche Amministrazioni, anche ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione, sono quindi pubblici e chiunque ha diritto di conoscerli, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela degli interessi giuridicamente rilevanti.

L'istanza di accesso civico può essere presentata da chiunque e deve contenere gli estremi dei dati, delle informazioni o dei documenti richiesti senza necessità di motivazione. L'istanza può essere trasmessa all’amministrazione sia in forma cartacea sia per via telematica.

Ai sensi dell’art. 5 bis), c. 1 e 2 del decreto legislativo n. 33/2013 e s.m.i., l'accesso civico è escluso se comporta un pregiudizio concreto alla tutela di uno degli interessi pubblici inerenti a:

a) la sicurezza pubblica e l'ordine pubblico;
b) la sicurezza nazionale;
c) la difesa e le questioni militari;
d) le relazioni internazionali;
e) la politica e la stabilità finanziaria ed economica dello Stato;
f) la conduzione di indagini sui reati e il loro perseguimento;
g) il regolare svolgimento di attività ispettive.

L'accesso civico è inoltre escluso se costituisce un pregiudizio concreto alla tutela di uno dei seguenti interessi privati:

a) la protezione dei dati personali, in conformità con la disciplina legislativa in materia;
b) la libertà e la segretezza della corrispondenza;
c) gli interessi economici e commerciali di una persona fisica o giuridica, ivi compresi la proprietà intellettuale, il diritto d'autore e i segreti commerciali.

Per l’accesso civico generalizzato ci si può rivolgere allo Staff - Trasparenza e Integrità:
• indirizzo e-mail : transparenz.trasparenza@sabes.it
• indirizzo posta: Via Orazio n. 49, 39100 Bolzano (BZ)
• numero di fax 0471 909396

Non sono ammesse richieste telefoniche. La richiesta può essere presentata sul modulo predisposto (vedi in calce) oppure in carta libera allegando la fotocopia o la scansione di un documento di identità. Il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dall'Amministrazione per la riproduzione su carta o altri supporti materiali. Per il calcolo dei costi si rinva alla deliberazione del Direttore Generale n. 2010-A-000160 del 31.08.2010. In caso di trasmissione per posta con raccomandata A/R si chiede il rimborso preventivo dei costi di invio.

Il procedimento di accesso civico deve concludersi nel termine di 30 (trenta) giorni dalla presentazione dell'istanza con una comunicazione al/alla richiedente e agli eventuali controinteressati, fatta comunque salva l'eventuale sospensione del termine per la salvaguardia degli interessi di questi ultimi secondo le modalità stabilite dalle norme. Il rifiuto, il differimento e la limitazione dell’accesso devono essere motivati con riferimento ai limiti stabiliti dall’articolo 5 bis) del decreto legislativo di cui sopra. Nei casi di diniego totale o parziale dell'accesso o di mancata risposta entro il termine di 30 (trenta) giorni, il/la richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della Prevenzione della corruzione e della Trasparenza, che decide con provvedimento motivato, entro il termine di 20 (venti) giorni.

Avverso la decisione dell’amministrazione competente o, in caso di richiesta di riesame, avverso quella del Responsabile della Prevenzione della corruzione e della Trasparenza è previsto il ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale competente.

Modulo istanza di Accesso Civico [PDF]
Modulo istanza di Accesso Civico [WORD]

Registro degli accessi civici generalizzati (FOIA)

Registro degli accessi civici generalizzati [PDF]

(Ultimo aggiornamento: 27/10/2017)